ABSTRACT

 

Un'Infanzia nel '45, Marsilio, 2000, pp 155 - III° Ed.

Una piccola città del Veneto. E' il 1945. La guerra finisce, ma non gli odi e le stragi della guerra civile. Un bambino accompagna la madre da poco vedova del marito ucciso dai partigiani, in visita a famiglie provate da tragedie ancora più fresche. Drammi individuali nel conflitto che ha straziato gli italiani, armati gli uni contro gli altri.
Giovani fascisti, scampati con le famiglie alle foibe istriane, finiscono fucilati sui greti del Piave. Compagni di liceo e di giochi ora si sparano addosso. Per ciascuno, parole come patria, onore, libertà e giustizia, non sono suoni retorici, ma bandiere in una guerra civile devastante. Ma la vita d'ogni giorno nella piccola città, freme di pace. I ragazzi giocano nelle strade, consumando cattiverie infantili, mentre gli adulti affollano i cinema, le sale da ballo , il mercato.
Una visione di quegli anni della nostra storia, con coscienza di carità per tanti giovani, cui non fu dato di conoscere altro mondo che la guerra fra loro.
Un racconto memoriale, intriso di pietas, dove scorrono storie familiari ed eventi epocali, alla frontiera tra vecchia società rurale e avvento industriale.

 
 

Copyright © 2002 Ulderico Bernardi. All rights reserved.